Per offrirti un servizio su misura Dimore & Dimore utilizza cookie. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookie.  OK   Scopri di più

Dimore & Dimore
Dimore & Dimore
ITA  DEU  ENG  FRA  ESP  RUS  CHI 

Il Lago Maggiore

Il Lago Maggiore è per estensione il secondo lago italiano dopo quello di Garda.

Questo lago denominato già ai tempi da Plinio e Strabone quale Lacus Verbanus è coronato da luoghi tra i più belli ed unici in assoluto arricchito da splendide ville del lago Maggiore che attirano visitatori e investitori. Nella zona di Sesto Calende e Castelletto Ticino il paesaggio è piatto, mentre verso Arona e Angera è mosso da dolci colline, seguito poi da un'ondulazione e susseguirsi di monti e colline man mano che si procede verso settentrione. Le acque del Lago Maggiore bagnano la sponda lombarda della provincia di Varese, quella svizzera del Canton Ticino e la sponda piemontese delle province di Novara, e della Provincia Azzurra del Verbano-Cusio Ossola (Verbania) a nord.

La sponda Piemontese che va da Arona a Cannobio è senza dubbio la più "magica" oltre ad avere sempre goduto di una maggiore attenzione da parte dei popoli più antichi, poi dagli Sforza, dai Visconti, dall'Impero Austriaco, dallo Stato Sardo con Carlo Emanuele III di Savoia, dai Borromeo, e da Eugenio Napoleone Vicerè d'Italia. Sotto il profilo turistico - amministrativo, la sponda piemontese del Lago Maggiore è quella che annovera i centri più importanti e le magnifiche ville sul lago Maggiore rinomate in tutto il Mondo.

È questa la sponda sicuramente più suggestiva e ricca di ville indipendenti, case antiche, dimore storiche, e giardini sul lago che ricordano la "Belle Epoque", i luoghi più ambiti per villeggiare, luoghi dove soggiornarono: Manzoni, Toscanini e poeti illustri quali Goethe, Stendhal, Dumas, Flaubert ecc.

Meraviglie architettoniche, palazzi d'epoca, chiese romaniche, antichi borghi, splendide ville sul lago Maggiore e sulle prime alture con
vista lago, costruzioni irripetibili, giardini botanici, splendidi alberghi di Verbania e Stresa, tutti ben inseriti tra il lago e il verde delle colline, fanno di questa zona una delle più belle e suggestive al Mondo.

Il lago Maggiore è un luogo unico, magico e incantato, amato dai turisti stranieri e dagli abitanti delle grandi metropoli che scelgono il Lago Maggiore e Verbania ove soggiornare e investire nell'acquisto di immobili, di ville sul lago Maggiore e sulle prime pendici delle colline che lo circondano, appartamenti Verbania, appartamenti lago Maggiore, ville Lago Maggiore, case Verbania, Case sul lago, case da ristrutturare, villette a schiera, immobili da investimento, palazzi d'epoca, terreni edificabili, ecc.

Una zona ricca di laghi quali il lago d'Orta, il lago di Mergozzo, il lago di Varese, il lago di Monate tutti attorniati dal verde dei monti, da alpi con i loro innumerevoli laghi alpini, da valli e ridenti cittadine, da borghi e paesi ricchi di storia che meritano di essere visitati con le loro rinomate ville del lago Maggiore, ville storiche, case antiche e palazzi d'epoca.

Costeggiamo le sponde del lago Maggiore partendo dalla sponda destra della foce del fiume Ticino, cioè da sud provenendo da Milano. Troviamo Castelletto Ticino con le sue località a lago quali le spiagge della Cicognola e del Villaggio Verbanella. A0162 E nelle vicinanze il Parco Naturale dei Lagoni di Mercurago, famoso per la sua riserva di esemplari botanici e di animali in via d'estinzione, oltre che essere zona ricca di reperti archeologici. La cittadina di Arona è considerata la porta del lago Maggiore. La sua storia è legata a quella dei Visconti e degli Sforza ma, soprattutto a quella della Famiglia Borromeo, cui divenne feudo nel 1439. Da questa famiglia nacque, sempre in Arona, colui che diede lustro non soltanto alla città ma a tutta la Chiesa e alla Diocesi milanese: San Carlo Borromeo, quarto dei sette figli di Gilberto II e Margherita Dè Medici. Nel 1698 fu inaugurata la statua di San Carlo detta "Sancarlone" alta 35 metri. Qui il luogo più celebre è la Piazza del Popolo, il Broletto, Il Palazzo di Giustizia , la Chiesa della Madonna di Santa Marta o della Piazza, e la casa che diede i natali allo statista Pietro Martire d'Anghiera durante il regno di Spagna di Ferdinando ed Isabella.

Troviamo poi la cittadina di Meina, località di villeggiatura con la sua splendida Villa del lago Maggiore "La Faraggiana" ed altre splendide ville lago Maggiore P065. La cittadella di Solcio, con la sua piana che costituisce il polmone verde di Lesa, è una località nota per i suoi campeggi, per i cantieri nautici e per le sue ville storiche immerse in un’ineguagliabile vegetazione; qui la Villa Cavallini una delle più affascinanti ville del lago Maggiore che ospita oggi un istituto professionale di agraria. La villa è circondata da un grande parco entro il quale vi sono parecchie lapidi dedicate a cani di razza che furono di proprietà della famiglia Cavallini. Le origini del centro urbano di Solcio risalgono a prima dell'anno mille. Nel paese, a Villa Stampa, è visitabile la sala manzoniana, dove negli anni a metà del secolo scorso visse Alessandro Manzoni, dopo che sposò in seconde nozze Teresa Borri.

La cittadella di Belgirate vanta un rispettoso passato a cominciare dalla famiglia Cairoli, che tanta parte ebbe nelle vicende risorgimentali italiane, e per avervi soggiornato a lungo il poeta torinese Guido Gozzano che, proprio qui, scrisse il testo celeberrimo dell' "Amica di Nonna Speranza".
I paesi di Comnago e Calogna che con altre località costituiscono il Comune di Lesa, sono frazioni che fanno parte del Vergante, il territorio che costeggia la sponda sud del lago Maggiore e che, iniziando da Invorio, si protende fin oltre Baveno. Stresa, detta la "Perla del lago Maggiore", deve la sua fama anche allo straordinario sviluppo turistico intorno alla fine dell'Ottocento e nell'immediato dopoguerra, e alle isole che sorgono proprio di fronte al centro abitato, l'Isola Bella e l'Isola Pescatori o Superiore D091. Qui troviamo poi il parco di Villa Pallavicino la villa del lago Maggiore più conosciuta e visitata che ospita un giardino botanico e animali esotici, e i grandi alberghi che hanno reso famosa Stresa nel mondo: il "Regina Palace Hotel" e il "Grand Hotel et des Iles Borromèes", che hanno circa 100 anni e furono importante teatro di fatti storici internazionali. Un paesaggio affascinante ed unico immerso tra lago e colline arredato da splendide ville sul lago Maggiore.

L'Isola Bella è sicuramente la più famosa per i il suo palazzo, unico quale villa del lago Maggiore dal sapore fiabesco e i suoi giardini Borromeo rigogliosi di flora esotica. Il Palazzo Borromeo fu edificato nel 1600 da Vitaliano Borromeo e nei suoi giardini ricchi di azalee è tutto un susseguirsi di statue, obelischi e animali fantastici tra cui l'unicorno, simbolo dei Borromeo, che sorveglia dall'alto i giardini. L'isola Pescatori o Superiore, una lingua di terra sovrastata dal caratteristico campanile della parrocchiale di San Vittore (X secolo), è un caratteristico borgo di pescatori conosciuto anche per i suoi tipici ristoranti.

L'Isola Madre è la più grande delle quattro che compongono l'arcipelago delle Isole Borromeo, e ospita un giardino botanico con essenze ricercate e una fauna esotica. Qui insiste anche una villa sul lago Maggiore edificata quattro secoli or sono da Lancillotto e Renato Borromeo. L'isola è quasi totalmente ricoperta da vegetazione affiancata da azalee, rododendri e camelie che assieme rappresentano i fiori tipici del Lago Maggiore.

Al di sopra di Stresa troviamo il Mottarone, che con i suoi 1491 metri d'altitudine raggiungibile in auto, oppure con una funivia, è considerata la montagna dei milanesi. Sulla sommità del Mottarone ci sono piste da sci e da qui si gode di uno spettacolo unico, una splendida vista del Verbano, del lago di Mergozzo, del lago d'Orta, e dei laghi del Varesotto, delle catene di Alpi, dell'intera catena del monte Rosa, della Rocca d' Angera, e del fiume Ticino. E nelle giornate di sole si ha addirittura una panoramica sulla pianura lombarda con possibilità di intravedere la Madonnina del Duomo di Milano.
A Baveno troviamo uno dei monumenti più antichi di tutto il Verbano, la sua Chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Gervaso e Protaso, con accanto un battistero di forma ottagonale del V Secolo. A Baveno si estrae ancora il celebre granito rosa. La località ospitò Umberto Giordano che qui scrisse "La Fedora", altri ospiti illustri furono il musicista Wagner e i letterati Lamartine e Byron.

Feriolo,con le sue origini antiche, conta numerosi campeggi e il parco naturale di Fondotoce all'estuario del fiume Toce. Prima di iniziare a costeggiare la sponda nord piemontese del lago Maggiore troviamo Mergozzo, con il suo lago unito al lago Maggiore da un canale lungo poche centinaia di metri. Il centro abitato di Mergozzo è ricco di viuzze acciottolate che dipartono dal lungolago, dove troviamo il vecchio olmo 'Olmo del Risorgimento', messo a dimora nel 1562 e sul cui tronco venivano affissi gli editti. Qui troviamo la chiesa parrocchiale dell'Assunta e quella di Santa Marta con la sua navata romana. Riprendendo la sponda che costeggia a nord il golfo Borromeo troviamo Suna, ridente frazione di Verbania.

Pallanza è celebre poiché qui vi soggiornò Arturo Toscanini. E a pochi metri dalla riva l' isolotto San Giovanni. Sulla collina della Castagnola sorge un'altra villa del lago Maggiore denominata Villa San Remigio che ospita spesso incontri politici e culturali.
Villa Taranto, altra famosa e meta di turismo tra le ville del lago Maggiore, sede di rappresentanza del Governo Italiano, è una costruzione neoclassica che risale agli ultimi anni del secolo scorso.

Villa Taranto è conosciuta per il suo giardino botanico dove si trovano moltissime specie rare ed esotiche. Meta di turisti e famoso nel mondo, questo complesso fu donato all'Italia negli anni trenta dal capitano scozzese Neil Mc Eachern. Intra, tra il fiume San Bernardino e il torrente San Giovanni, è il capoluogo della Provincia Azzurra del VCO, con la sua basilica di San Vittore. Qui un servizio di traghetto delle Ferrovie dello Stato la collega con Laveno sulla sponda Lombarda del Lago Maggiore. A nord colline ricche di paesi turistici e zone residenziali, campi da golf e il Parco Nazionale della Val Grande.

Ghiffa, il primo paese che si incontra a nord di Verbania. Oggebio, splendido e caratteristico sito meta di turisti, ospita la Residenza del Pascià immersa in un parco secolare con piscine e campi da tennis. A Cannero Riviera, situato in un golfo che la protegge dai venti del nord, ritroviamo due isolotti su cui sorgono i castelli Malpaga risalenti al quattrocento, allora rifugio dei briganti Mazzarditi che spadroneggiarono sul lago Maggiore mettendo a ferro e fuoco i paesi rivieraschi, e che furono sconfitti dal condottiero Giovanni Lonati inviato dal Duca di Milano Filippo Maria Visconti. Nel 1441 le isole divennero proprietà dei Borromeo, oggi gli isolotti con la loro fortificazione Vitaliana attendono di essere trasformati a dimora cinta da giardini come l'isola Bella. Sopra Cannero la montagna selvaggia con le località di Trarego Viggiona e Carmine Superiore e la sua splendida chiesa trecentesca di San Gottardo, edificata sulla roccia, e il sagrato a picco sul lago Maggiore. VI0438

Cannobio è l'ultimo paese della sponda piemontese del lago Maggiore, prima che si incontrino quelli della vicina Confederazione Elvetica. Cannobio è conosciuto per il suo mercato che si tiene tutte le domeniche, per l'Orrido di Sant'Anna, per i suoi campeggi, per il fiume Cannobino che lo attraversa, e la strada Cannobina che congiunge Cannobio alla valle Vigezzo - detta la Valle dei Pittori - ed all' Ossola. Proseguendo da Cannobio si entra a Piaggio Valmara sulla sponda elvetica del lago Maggiore, quella in cui il fiume Ticino si immette nel lago. D110 Questa parte del lago con le sue sponde divennero Svizzera nel 1513, quando Massimiliano Sforza dovette cedere il territorio. Superate le splendide località rivierasche svizzere di Brissago, Ascona e Locarno, riprende la sponda italiana lombarda. E dopo il confine svizzero incontriamo il primo paesino di Pino, seguito da Maccagno con la sua chiesa della Punta, edificata alla fine del Cinquecento quale ex voto per la peste di S. Carlo che aveva colpito i paesi del Verbano. Colmegna è famosa per le sue regate veliche favorite dai venti che spirano sul lago costantemente e che scendono dai monti circostanti. Luino è senza dubbio il centro più importante di tutta la sponda lombarda. La località collega Sesto Calende e la vicina Svizzera con una strada statale e una linea ferroviaria. Il mercato di Luino che si tiene ogni mercoledì è frequentatissimo dagli stranieri, anche questa località è suggellata ed impreziosita da magnifiche ville del lago Maggiore. Il fiume Tresa che proviene direttamente dal lago di Lugano divide Luino da Germignaga. A Portovaltravaglia troviamo la Rocca di Caldè, sul cui sperone roccioso domina l'oratorio di Santa Veronica. Laveno Mombello, altra località importante della sponda lombarda del lago Maggiore, è collegata alla sponda piemontese di Verbania con un servizio di traghetti della Navigazione del Lago Maggiore. Il Poggio Sant' Elsa sulla cima del Sasso del Ferro è il luogo in cui arriva una panoramica ovovia, che raggiungendo i 1062 metri d'altitudine sulla montagna che sovrasta l'abitato, permette di scorgere un panorama unico ed indimenticabile. A Laveno ambientò i suo romanzi Piero Chiara. Da Cerro, poco a sud del golfo di Laveno, partono le comitive che desiderano raggiungere il santuario di Santa Caterina del Sasso Ballaro. Il paese dispone di un museo a Palazzo Perabò, dove sono esposte ceramiche e terraglie fabbricate dalle manifatture di Laveno. Il Santuario di Santa Caterina del Sasso, che sorge su uno sperone di roccia in territorio di Leggiuno, è probabilmente il luogo più suggestivo del lago Maggiore. Il complesso architettonico risale al XII secolo e subì nel corso degli anni numerosi ampliamenti. Fu edificato per voto da Albero Besozzi dopo essersi salvato da un naufragio mentre attraversava il lago. Oggi ospita i frati Domenicani, e gli edifici a picco sulle acque comprendono un oratorio dedicato a Santa Caterina, una grande loggia e alcune cappelle con affreschi del XV e XVI secolo. Arolo è un piccolo paese seguito da Ranco, luogo di villeggiatura che ospita il Museo dei Trasporti fondato da Francesco Ogliari, una vetrina completa di tutti i veicoli con i quali ci siamo mossi attraverso i secoli A0237. Su Angera, la medioevale Angheria, predomina la Rocca Borromeo, originariamente torre romana di vedetta e poi fortificata dai Longobardi A0281. Il castello di Angera passò in seguito ai Borromeo quando questi divennero feudatari di tutto il lago Maggiore. Oggi è sede di numerosi avvenimenti di carattere culturale, e notevoli sono gli affreschi custoditi nella Sala di Giustizia. Vicino al porticciolo turistico di Angera troviamo la piccola isola di Partegora, che sorge tra canneti e vegetazione lacustre, dove è presente la "trapa nantas" o "castagna d'acqua", un vegetale unico nel suo genere. Lisanza, frazione di Sesto Calende, è conosciuta per i suoi cantieri nautici che si succedono lungo la costa. Sesto Calende, posizionata sul fiume Ticino, è la prima cittadina del lago Maggiore che si incontra venendo dalle città della pianura lombarda.

Luoghi incantevoli e poetici con scenari da fiaba, località ancora incontaminate e dal clima mite, una fuga dalla vita convulsa delle metropoli che fa ritrovare, nei ritmi tranquilli del lago, una serenità che in altri luoghi è purtroppo scomparsa. Per quanto l'uomo lo abbia scritto, raccontato, dipinto e fotografato, solo vivendolo anche per soli brevi periodi dell'anno si potrà gustare quella magica atmosfera che sprigiona, e apprezzare il lago Maggiore quale posto unico, ove viverci è bello. In questa cornice di bellezze, di ville del lago Maggiore, immagini, colori e profumi che sembrano opera di un incantesimo, l'immobile sarà sempre un buon investimento.

Per migliorarTi la vita e per i Tuoi interessi la nostra agenzia immobiliare a Verbania Dimore & Dimore ti potrà consigliare ed assistere con esperienza e professionalità nella scelta del Tuo acquisto immobiliare sul Lago Maggiore.
Ville sul lago Maggiore, immobili da ristrutturare, ville a Verbania con giardino, ville lago Maggiore d'epoca, palazzi, appartamenti a Verbania di ogni metratura, appartamenti sul lago Maggiore siti in ville d'epoca ed immersi in parchi secolari, locali ad uso commerciale, attività commerciali Verbania, uffici e studi per professionisti, terreni edificabili lago Maggiore ed altri immobili di ogni tipologia attendono chi, come noi, ha scelto di vivere lavorare e riposare in un Mondo diverso.

Seguici su:

Logo FaceBook Logo Twitter Logo Google+ Feed RSS

Dimore & Dimore - P.Iva 01846940037
tel: +39 0323 405040 - mob.: +39 347 4300370
eMail: info@dimoreedimore.it - Privacy - Note Legali - Cookie - Catalogo Immobili
Realizzato da www.ma2.it